Piccioni Smart Digital Health, Ultime Notizie

Piccioni smart per il rilevamento dell’inquinamento nelle città del futuro


L’inquinamento è sicuramente una delle principali piaghe delle grandi metropoli, frutto dell’eccessiva industrializzazione e urbanizzazione, naturale conseguenza della modernità e, a volte, della tecnologia che tanto amiamo. Quest’ultima, tuttavia, cerca sempre di offrire un aiuto, come nel caso dei “Piccioni Smart” per il rilevamento dell’inquinamento!

I dati parlano chiaro, sono circa 7 milioni ogni anno i decessi in tutto il mondo causati dalla scarsa qualità dell’aria e 10.000 a Londra per malattie legate alla respirazione. Probabilmente anche per questo, nella città del Regno Unito è stato avviato un nuovo progetto di monitoraggio dei livelli di inquinamento mediante l’installazione di sensori su dei piccioni, ovvero “gli esseri viventi” che, probabilmente, sono tra quelli che maggiormente vivono l’aria della città.

Piccioni Smart

Il progetto dell’utilizzo di animali per questi scopi non è sicuramente una novità assoluta, in quanto già circa 15 anni fa a Città del Messico sono stati utilizzati 150 cani randagi per il monitoraggio degli effetti dell’inquinamento dell’aria sulla salute di polmoni e cuore.

Le “pattuglie” di piccioni per il controllo dell’inquinamento a Londra nascono invece da un’idea di Plume Labs (società impegnata nei rilevamenti sulla qualità dell’aria) e l’agenzia di marketing DigitasLBi.

L’idea è quella di sensibilizzare l’opinione pubblica riguardo il problema dell’inquinamento dell’aria. Come? Sfruttando Twitter!

Piccioni Smart: un tweet che informa sull’inquinamento

Un qualsiasi residente o visitatore di Londra avrà la possibilità di ottenere, semplicemente mediante l’invio si un tweet, la situazione dei livelli di inquinamento della zona in cui si trova, dati che, ovviamente, scaturiscono dai rilevamenti eseguiti dai sensori installati “sui” piccioni.

Piccioni Smart

L’obiettivo del progetto è quello di allargare le pattuglie dei piccioni con gli esseri umani. Saranno infatti reclutati dei volontari che potranno indossare un sensore per il rilevamento dell’inquinamento e contribuire così alla realizzazione di una Smart City eco-friendly… Ma bisognerà anche ad abbassare i livelli di inquinamento!

Troverete maggiori informazioni sull’account twitter dell’iniziativa: @pigeonair
VIA