KingWear KW88 Recensioni

KingWear KW88: tanto fumo, dov’è l’arrosto? | Recensione


Oggi vi proponiamo la recensione del KingWear KW88, uno smartwatch che propone un design molto curato e una scheda tecnica che, seppur comune ad altri, è di ottimo livello. Come su molti altri wearable recensiti di recente, infatti, anche sul KW88 troviamo l’OS Android 5.1 Lollipop. Sarà riuscita KingWear a rendere gradevole l’esperienza quotidiana con un Sistema Operativo “non nativo”? Scopritelo nella review!

Potrebbe interessarti: Smartwatch Z80 3G: sportivo, ma non troppo | Recensione

Recensione KingWear KW88

KingWear KW88: le specifiche dello smartwatch

  • Processore MediaTek MTK6580 con clock massimo di 1.3 GHz;
  • GPU Mali-400MP1;
  • 512MB di RAM;
  • 4GB di memoria interna (non espandibili);
  • display AMOLED da 1,39 pollici (400 x 400 pixel);
  • Fotocamera da 2 mega-pixel;
  • dimensioni di 55 x 47 x 14 mm;
  • peso 65 grammi;
  • acciaio e TPU;
  • slot SIM (nano SIM);
  • batteria da 350 mAh;
  • OS Android 5.1 Lollipop;
  • connettività: Wi-Fi 802.11 b/g/n, Bluetooth 4.0, GPS, A-GPS, 2G e 3G;
  • misuratore battiti cardiaci;
  • certificazione IP67;
  • compatibilità con Android e iOS.

Lancio

  • AnnunciatoData di annuncio
    15 giugno 2016
  • StatoStato attuale sul mercato
    Disponibile

Design

  • DimensioniDimensioni del dispositivo
    55 x 47 x 14 mm
  • PesoPeso del dispositivo
    65 grammi
  • Materiali costruttiviMateriali costruttivi del dispositivo
    Alluminio e silicone
  • AltroAltro riguardo il design del dispositivo
    --

Display

  • TipoTipo di display
    AMOLED
  • DiagonaleDiagonale display
    1,39 pollici
  • RisoluzioneRisoluzione display
    400 x 400 pixel
  • MultitouchMultitouch
  • ProtezioneProtezione del display
    Vetro Zaffiro

Hardware

  • ChipsetChipset del dispositivo
    Mediatek MT6580M
  • CPUCPU
    Quad-core Cortex-A7 con clock a 1,3 Ghz
  • GPUGPU
    Mali-400MP1
  • RAMRAM
    512MB

Connettività

  • Wi-FiConnettività Wi-Fi
    Si, 802.11b/g/n
  • 3GNetwork 3G
    SI, 850/2100MHz - GSM 850/900/1800/1900MHz
  • BluetoothConnettività Bluetooth
    Si, v 4.0
  • AltroAltro riguardo il design del dispositivo
    GPS

Memoria

  • StorageStorage
    4GB
  • Slot SDPresenza slot SD

OS

  • Sistema OperativoSistema Operativo
    Android
  • RomRom
    5.1.1 Lollipop

Fotocamera

  • FotocameraFotocamera
    2 mega-pixel

Audio

  • SpeakerSpeaker
  • MicrofonoMicrofono
  • Formati audioFormati audio supportati
    AAC, MP3, WAV

Batteria

  • BatteriaBatteria
    350mAh

Altro

  • SensoriSensori presenti sul dispositivo
    Pedometro, frequenza cardiaca
  • AltroAltro riguardo il design del dispositivo
    GPS

Come già brevemente anticipato in premessa, il KW88 si caratterizza per una scheda tecnica molto simile a quella di tanti altri smartwatch attualmente disponibili sul mercato.

Sul device, infatti, oltre a un display AMOLED circolare (full round) da 1,39 pollici con risoluzione 400 x 400 pixel (286PPI) e protezione in vetro zaffiro, troviamo l’ormai classico processore quad-core Mediatek MT6580 con clock a 1,39 Ghz, affiancato da 512MB di RAM, 4GB di memoria interna non espandibili, uno slot SIM per chiamate vocali e connettività Internet (WCDMA 850/2100MHz) e l’OS Android Lollipop 5.1.

Molto completo come al solito anche il pacchetto connettività, per il quale è possibile annoverare il Wi-Fi b/g/n, il GPS e il Bluetooth 4.0, quest’ultimo utile all’associazione allo smartphone per la visualizzazione dei dati fitness raccolti.

Le specifiche sono completate da una fotocamera da 2 mega-pixel, il pedometro e il misuratore di battiti cardiaci.

L’autonomia è garantita da una batteria da 350mAh. L’OS, come anticipato in premessa, è una versione moddata di Android Lollipop 5.1.

KingWear KW88: box di vendita

Questo slideshow richiede JavaScript.

Particolare la confezione di vendita del dispositivo, realizzata con “effetto pelle” (ma è in cartoncino) e sicuramente ispirata maggiormente alla categoria di prodotti da cui gli smartwatch prendono ispirazione, ovvero gli orologi da polso.

All’interno del box troviamo quanto segue:

  • KingWear KW88;
  • pellicola protettiva per il display;
  • cavo di ricarica con 4 PIN magnetici;
  • piccolo cacciavite per smontare il retro e inserire la SIM;
  • breve manuale in lingua inglese e cinese.

KingWear KW88

Per coloro che amano gli smartwatch dalle linee marcatamente sportive, il KingWear KW88 rappresenterà un amore a prima vista. Se siete tra questi apprezzerete tantissimo il cinturino in TPU (di ottima qualità, ma non sostituibile – dovrebbe contenere l’antenna GPS) con finitura bucherellata e la grande cassa in alluminio con tanto di ghiera (in plastica) che, pur riportando l’indicazione dell’ora, non può essere ruotata (e che sembra un po’ “fuori asse”).

Questo slideshow richiede JavaScript.

La costruzione del KW88 è uno degli aspetti dello smartwatch meglio riusciti. I già citati componenti principali (cinturino e cassa) sono realizzati con materiali di qualità, con l’aggiunta di un vetro a protezione del display che, secondo quanto dichiarato dall’azienda, dovrebbe essere zaffiro.

Molto buono il comfort quando lo si indossa e non è risultata eccessiva la sudorazione nelle zone di contatto con il polso, le quali, tuttavia, tendono comunque un po’ a scaldare con l’utilizzo più intenso dello smartwatch.

KingWear KW88

Oltre alla già citata ghiera, l’altra parte realizzata in plastica è proprio la cover di chiusura posteriore, fissata con cinque viti, una delle quali permette la rimozione del coperchio di protezione dello slot SIM (in questo caso metallico). Seppur non perfetta, troviamo questa soluzione sicuramente più comoda rispetto a quanto visto con altri smartwatch, per i quali, per l’inserimento della SIM; è necessario svitare completamente la parte posteriore della cassa.

Posteriormente troviamo anche i 4 PIN magnetici per la ricarica e il misuratore dei battiti cardiaci.

KingWear KW88

Lateralmente (a destra) è alloggiato l’unico tasto fisico dello smartwatch, utile per attivazione/disattivazione dallo stand-by e per le funzioni di pulsante back.

Inoltre, una pressione prolungata del tasto permetterà l’accesso ad un menu dal quale sarà possibile selezionare la modalità di visione delle App terze parti (se full o ridotta), spegnere, riavviare e mettere in modalità “power save” il dispositivo, e aprire il multitasking, che, come già visto su altri smartwatch, riprende l’interfaccia a schede di Android Lollipop.

Grazie alla zigrinatura presente, il tasto non solo è sempre facilmente individuabile “al volo”, ma è anche facilmente distinguibile con la fotocamera alloggiata immediatamente sotto. Sullo stesso lato, ancora più in basso, troviamo il foro del microfono.

Sul lato opposto troviamo invece il solo speaker di sistema.

Il display è probabilmente uno degli aspetti meglio riusciti dello smartwatch, sia per quanto riguarda la qualità generale del pannello, che relativamente alla visibilità quando esposto a luce solare diretta. La luminosità è settabile su 3 livelli (low, mid e high), tutti ben tarati e utili a gestire “manualmente” il consumo energetico (molto influenzato da questo aspetto).

KingWear KW88

Buona l’oleofobicità del vetro a protezione del display, che, lo ripetiamo, secondo quanto dichiarato dall’azienda, dovrebbe essere zaffiro.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Come già rilevato nel caso dello Zeblaze Blitz, anche su questo KingWear KW88 si nota una certa cura nella customizzazione del software, solito tentativo di sopperire alla mancanza di Android Wear. Infatti, lo ricordiamo, il dispositivo monta un Sistema Operativo con base Android 5.1 Lollipop.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La Watch Face è ovviamente modificabile e la scelta è possibile in una collezione di 11, delle quali alcune sono ben realizzate e concordi con il design dello smartwatch e altre… un po’ meno.

Come al solito, per la gestione del dispositivo saranno innanzitutto necessari degli swipe sul display. Vediamoli nel dettaglio:

  1. Swipe dall’alto verso il basso per visualizzare un menu di gestione della connettività (con icone che segnalano la connessione/disconnessione di SIM e Bluetooth) con tanto di data e ora, batteria residua (sia in formato grafico che numerico), i toggle rapidi e i passi eseguiti;
  2. Swipe da sinistra a destra per visualizzare le notifiche;
  3. Primo Swipe da destra a sinistra per visualizzare le app e menu e secondo per il lettore musicale;
  4. Infine, uno Swipe dal basso verso l’alto per accedere alle informazioni meteo.

KingWear KW88

Quello dei display circolari con il classico OS “cinese” riadattato è un matrimonio che stenta a decollare. Pur rischiando di apparire ripetitivi, infatti, è necessario ribadire che il livello di fruibilità dell’interfaccia è nella maggior parte dei casi compromesso dalla presenza di un pannello “rotondo”.

Da questo punto di vista, come sempre viene in soccorso la già citata possibilità di scegliere tra un’interfaccia “full” (ovvero circolare) e una quadrata (ridotta, ma fruibile per intero), ovvero una soluzione da adottare obbligatoriamente in caso di APP caratterizzate dalla presenza di tasti menu/funzione agli estremi dell’interfaccia.

Nessuna novità neanche relativamente alle tastiere, come sempre troppo ridotte per poter essere utilizzate in modo piacevole e funzionale, ma anche in questo caso confermiamo la comodità della dettatura vocale, soprattutto nel caso della navigazione via browser.

Presente anche la gradita gesture wake-up al movimento del polso, che però non funziona a dovere (non viene sempre rilevata) e che non visualizza la watch face attiva, bensì una schermata alternativa che mostra esclusivamente l’ora (e, aggiungiamo, lo fa per troppo poco tempo).

Le app pre-installate sono limitate al Play Store e a Google Maps, quest’ultimo reso praticamente inutilizzabile da un GPS decisamente poco ottimizzato (forti difficoltà nel mantenimento del fix con i satelliti, soprattutto “in mobilità”).

Mediante l’appena citato Play Store sarà possibile installare altre applicazioni, con il limite però dello spazio disponibile, decisamente esiguo.

Come su altri smartwatch recensiti in precedenza, anche sul KW88 è presente una fotocamera da 2 mega-pixel, un’unità che, come prevedibile, non ha evidenziato dei risultati ottimali, soprattutto nella messa a fuoco. A seguire trovate alcuni sample realizzati in questi giorni:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dal punto di vista della riproduzione audio, sul dispositivo è possibile non solo i brani audio presenti sulla memoria interna (con audio in uscita peraltro piuttosto potente, ovviamente in relazione al device) ma anche gestire dallo smartwatch quelli presenti sullo smartphone associato, operazione possibile mediante il menu dedicato.

Dal widget raggiungibile mediante i due swipe a destra, infatti, sarà possibile esclusivamente gestire la riproduzione dei file musicali presenti sullo smartwatch. Peccato.

Relativamente ai file video, invece, possiamo confermare la compatibilità con gli .mkv a 1080p e non con i 4K.

Lato connettività, fatta eccezione del già discusso GPS, non si rilevano problemi per Bluetooth e Wi-Fi.

Per quanto riguarda la sincronizzazione delle notifiche è possibile ripetere quanto già detto per lo Zeblaze Blitz, ovvero che possono riguardare ogni applicazione presente sullo smartphone associato (la selezione può avvenire mediante l’App Sinwear scaricabile mediante lettura del QR Code presente nel menu impostazioni), che alle stesse non è possibile rispondere direttamente dall’indossabile, ma che sono comunque presenti delle opzioni di “apertura” o “risposta” che poi rimandano allo smartphone associato.

Anche su questo device, per notifiche multiple di una determinata App sarà visualizzato, ad esempio per Wharsapp, sia un messaggio riportante il numero totale delle chat e dei messaggi, sia, scorrendo verso il basso, una notifica per ogni singola chat riportante l’ultimo messaggio (un estratto del messaggio).

Per le notifiche di Telegram e di Whatsapp lo sfondo sarà quello del contatto/canale che ha inviato il messaggio.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Anche sul KingWear KW88 sarà possibile utilizzare il dispositivo in modalità stand-alone, ovvero indipendentemente dallo smartphone associato e questo grazie alla presenza di uno slot SIM che fornisce connettività 3G e 2G, per Internet e Chiamate/SMS. Con la Nano SIM nell’apposito vano (e un piano dati attivo) si potrà sfruttare la connettività per navigare direttamente dal Browser (con tutte le difficoltà prima descritte), ricevere e inviare messaggi tramite le App (Whatsapp, Telegram, Facebook Messenger, ecc.), eseguire chiamate vocali ed inviare SMS.

Ovviamente, anche su questo dispositivo la navigazione internet potrà essere eseguita anche mediante connettività Wi-Fi.

Le prestazioni in chiamata del KingWear KW88 sono molto buone, con uno speaker che è piuttosto potente e un microfono che fa il suo dovere.

Purtroppo, e perdonate se dobbiamo ripeterci per l’ennesima volta, non è possibile sfruttare lo smartwatch per ricevere e/o inviare chiamate dallo smartphone associato.

Passando alla sensoristica riportiamo l’assoluta inaffidabilità del misuratore di battiti cardiaci, il quale, anche nei casi di misurazioni successive eseguite a distanza di pochi secondi, restituisce dei valori che oscillano tra gli 80 e, addirittura, i 170 battiti al minuto. No comment. 

Anche il pedometro non è molto preciso, con una tendenza al ribasso nel calcolo dei passi eseguiti.

Potrebbe interessarti: Scopriamo come contano i passi i fitness tracker!

Già la sola lettura del dato relativo all’amperaggio della batteria (350mAh) in dotazione associata a quello della risoluzione del display (400×400 pixel) non davano spazio alla speranza di un’autonomia soddisfacente su questo KingWear KW88.

L’uso quotidiano ha confermato quanto ci si aspettava, ovvero un’autonomia che difficilmente raggiunge il giorno intero di utilizzo, soprattutto nell’utilizzo dello smartwatch con 3G attivo e con molte notifiche ricevute.

Interessante notare che al raggiungimento del 15% di carica residua lo smartwatch attiva una sorta di modalità “solo orologio”, mostrando, appunto, esclusivamente l’ora e non permettendo di eseguire altre operazioni.

Piuttosto veloce la ricarica completa, che impiega da 0 a 100% circa 1 ora e 10 minuti. Come sempre sconsigliamo l’utilizzo di caricatori con amperaggio molto alto (l’ideale è uno 0,5A, ma vanno bene anche quelli da 1A).

KingWear KW88

Il KingWear KW88 non è uno degli smartwatch cinesi più economici tra quelli presenti sul mercato, né, tantomeno, uno dei più ottimizzati.

Il dispositivo è infatti disponibile su Gearbest al prezzo di circa 117,73 euro, ovvero un cartellino che, almeno al momento, lo rende un acquisto da evitare. In questa recensione, infatti, se da un lato promuoviamo design e costruzione, dall’altro bocciamo senza esitazione l’ottimizzazione software.

L’azienda promette degli update a breve, alcuni dei quali già ricevuti via OTA. Purtroppo, per il momento questi interventi non hanno mutato la situazione o, almeno, non lo hanno fatto in modo percepibile.

Ci riserviamo di riparlarne in caso di aggiornamenti “più sostanziosi”.

Continuate a seguirci per non perdere le prossime news, sui social, sul nostro canale Telegram e sui nuovi canali dedicati alle offerte del nostro partner l’Arena delle Offertee l’Arena delle Offerte Cina.

Seguici su Facebook, Twitter, Google+ e YouTube.

 

DESIGN 80%
COSTRUZIONE 80%
USABILITA' 50%
BATTERIA 40%
PREZZO 50%
Giudizio Finale

Il KingWear KW88 non è uno degli smartwatch cinesi più economici tra quelli presenti sul mercato, né, tantomeno, uno dei più ottimizzati. Necessario un massiccio aggiornamento software.

Punteggio 60%

Disponibile a 127 euro su Gearbest

Acqusita

  • Pingback: IQI I2 3G: molto lavoro da fare | Recensione - GizWear.net()

  • Matteo Raiola

    d’accordissimo sul fattore prezzo, infatti io sono riuscito a comprarlo a 80€ , ma anche a 120 non è proprio male ,considerando che i wear partono proprio da altre cifre…

    Batteria:anche io ne sono rimasto un pò deluso , infatti cerco di utilizzare meno possibile la rete cellulare e gps per fare una giornata intera di utilizzo;

    come companion per il cellulare ho evidenziato i problemi che avete riportato anche voi, ma essenzialmente io lo uso come stand alone con la scheda e quindi non mi toccano più di tanto, android wear qui è il principe indiscusso, qui manca ancora il pieno supporto.

    la cosa che invece non mi piace di wear è che anche le più semplici applicazioni come client mail tastiere personalizzate ecc si pagano e care , allo stato attuale, mia impressione si vede l utente wear come uno da spennare !

    Quindi allo stato attuale vedo android full come un vantaggio per questo watch posto l’ utilizzo stand alone che ne faccio io, con tanto di google fit e runtastic ed ogni altra app che mi viene in mente, non ne ho trovata ancora una non compatibile!

    GPS: usando l A-GPS e quindi consentendo di usare la rete mobile e wifi in ausilio al gps, come del resto nei cellulari, ho trovato il fix molto rapido e preciso e nelle mie prove non mi si è mai disconnesso , del resto però ero sempre in vista del cielo, non in vie in mezzo a palazzi sono riuscito ad aggangiare 9 satelliti

    INPUT :la cosa che volevo invece ribadire è che non mi trovo male con il modo di input,che sto utilizzando!

    Tra il mare di metodi input acerbi e non funzionanti io mi trovo benissimo con GoKeyboard e metodo di input T9 , il più veloce tra quelli da me testati!

    Aspetto di vedere touch one che venga pienamente sviluppato,mentre non mi sono piaciuti altri metodi di input,addirittura uno anche nella versione free scade dopo 30 giorni ,quindi lo avrei chiamato trial,e ritorniamo al discorso dello spennare oltre ogni limite!

    quindi secondo me e per l’utilizzo che ne faccio io questo smartwatch, come altri della stessa categoria fa fumo, ma anche arrosto!

    il solo contro per me è la batteria che limita parecchio se non si ha possibilità di ricaricarla durante la giornata, aggiungo un paio di foto che ho fatto allo smartwatch

    • Gizwear

      Grazie mille per aver condiviso la tua esperienza d’uso Matteo, per noi è molto importante. Hai offerte degli interessanti spunti, grazie ancora! 🙂

    • Alessio La Franca

      Ciao Matteo 🙂
      Un informazione senza inserire sim è possibile o non è possibile rispondere direttamente dallo smartwatch ai messaggi? o whattsapp?
      🙂

      • Matteo Raiola

        ciao! confermo quanto detto dalla recensione, ovvero che al momento è possibile solo vedere le notifiche e non rispondere, spero in un futuro aggiornamento, per i messaggi non ho provato , ma penso sia lo stesso ;
        se cerchi un companion vai senza dubbio su android wear , io questa tipologia di smartwatch con android full la vedo come stand alone come utilizzo prevalente ! 🙂

  • Pingback: Finow X3 Plus: uno smartphone da polso | Recensione - GizWear.net()

  • Gabriele Giraudo

    Salve. Ho appena acquistato questo smartwatch e non riesco in alcun modo ad accoppiarlo al mio cellulare (aggiornato 7.1). Ho provato tramite bluetooth e con l applicazione di google ma non me lo fa accoppiare in alcun modo. Attendo risposta anche se sono abbastanza convinto di restituirlo