90 Minutes Bag Pack Tech, Ultime Notizie

90 Minutes Bag Pack: il bellissimo zaino waterproof di Xiaomi | Ufficiale


Xiaomi ha svelato l’ennesimo prodotto sulla sua piattaforma di crowdfunding. E’ uno zaino, si chiama 90 Minutes Bag Pack. No, non è smart nel senso classico del termine… ma è bellissimo!

90 Minutes Bag Pack è uno zaino elegante, molto bello…che acquisteremo anche noi!

Lo zaino, come detto, si chiama 90 Minutes Bag Pack ed è realizzato in collaborazione con il brand 90 Points, con il quale l’azienda ha presentato il mese scorso un piumino ultraleggero e, in precedenza, le Xiaomi Mi Shoes 2.

La borsa arriva nella colorazione grigia con dimensioni di 395 x 290 x 160 mm ed un peso netto di 771 grammi.

90 Minutes Bag Pack

Il materiale con il quale è realizzato 90 Minutes Bag Pack è 100% poliestere con rivestimento interno in fibra di poliestere e fibra poliammidica.

Lo zaino è idrorepellente sotto qualsiasi angolazione, caratteristica che lo rende completamente impermeabile.

Particolarmente attraente il design della cerniera, non classica da un estremo all’altro, ma bensì centrale in via longitudinale.

90 Minutes Bag Pack è elastico e può anche espandersi sul retro, contendendo comodamente, grazie ad un materiale protettivo anti-shock, un PC ed altri oggetti.

Da notare la presenza di una maniglia per il trasporto a mano ed uno speciale magnete che ostacola l’apertura posteriore da parte di malintenzionati.

90 Minutes Bag Pack è finanziabile/acquistabile già da ora sulla piattaforma di reward-crowdfunding alla cifra di 179 yuan (circa 24 euro). Le prime spedizioni sono stimate per il prossimo 13 Dicembre.

Insomma, vi piace? Siete dei nostri nell’acquistarlo? Scherzi a parte, che ne pensate?

Fatecelo sapere nel box commenti in basso. Alla prossima!

Continuate a seguirci per non perdere le prossime news, sui social, sul nostro canale Telegram e sui nuovi canali dedicati alle offerte del nostro partner l’Arena delle Offerte e l’Arena delle Offerte Cina.
Seguici su Facebook, Twitter, Google+ e YouTube.

VIA