Sharp UW-A1 Tech, Ultime Notizie

Sharp UW-A1: in arrivo lo stick lava-panni!


Per chi viaggia spesso, uno dei problemi più comuni è quello di ritrovarsi con pile e pile di panni sporchi senza avere la possibilità di lavarli se non una volta rientrati a casa. La soluzione a questo inconveniente viene proposta da Sharp che ha annunciato il suo mini lava-panni ad ultrasuoni, stiamo parlando dello Sharp UW-A1. Scopriamo insieme questo dispositivo!

Lo Sharp UW-A1 vanta un design leggero e compatto che lo rende molto facile da trasportare, le sue dimensioni sono molto ridotte (circa 40 × 168 mm per 200 g di peso) ed è disponibile in tre varianti di colore, oro, argento e rosa.

Il dispositivo ha a bordo una batteria integrata da 900mAh, che si ricarica completamente in 5 ore e garantisce un funzionamento di circa 30 minuti.

Sharp UW-A1: in arrivo lo stick lava-panni!

Sharp UW-A1

Ma come funziona questo particolare prodotto? Basta usare UW-A1 sotto l’acqua corrente impugnandolo come se fosse una penna e passandolo sul capo che abbiamo intenzione di lavare. Lo stick lava-panni di Sharp è in grado di effettuare circa 38,000 vibrazioni al minuto, le quali a contatto con l’acqua creano delle bolle d’aria all’interno delle fibre del tessuto staccando le particelle di sporco.

Sharp UW-A1

Lo Sharp UW-A1 è un device che punta sulla precisione, in quanto il suo design permette all’utente di concentrarsi su eventuali macchie o di lavare in modo molto accurato polsini e colletti, che con il normale lavaggio in lavatrice spesso non risultano essere puliti in maniera impeccabile.

Sul mercato asiatico lo Sharp UW-A1 è attualmente in fase di pre-ordine, il lancio ufficiale del prodotto è previsto a partire dal 15 settembre.

Cosa ne pensate di questo dispositivo? Sarà davvero in grado di lavare i nostri panni in modo efficiente nonostante le ridotte dimensioni e la mancanza di detersivo?

Continuate a seguirci per non perdere le prossime news, sui social, sul nostro canale Telegram e sul nostro nuovo canale dedicato alle offerte.

Seguici su Facebook, Twitter, Google+ e YouTube.

VIA