Adidas Chameleon Tech, Ultime Notizie

Chameleon: Adidas al lavoro su un nuovo smartwatch | Leak


Adidas potrebbe aver definitivamente abbandonato la corsa agli smartwatch Pro, ma non aver completamente detto addio al mercato. Si parla infatti con insistenza di Chameleon, ecco come potrebbe essere!

Adidas Chameleon sarà lo smartwatch del rilancio sul mercato per il colosso tedesco

Secondo una fonte vicina al magazine americano wareable.com, Chameleon e la sua companion app, All Day, dovrebbero essere lanciati l’anno prossimo.

E’ altresì possibile che Chameleon non sarà il nome effettivo di lancio del device ma semplicemente il nome in codice del progetto (come peraltro spesso accade in questo settore).

Adidas Chameleon

Le specifiche tecniche non sono ancora trapelate, si chiacchera però di uno smartwatch alla moda, caratterizzato dalla feature di activity-tracking, benessere ed anche monitoraggio del sonno.

Dovrebbe inoltre dotarsi di un display e-paper a basso consumo energetico e non LED come il miCoach Fit Smart.

Non è chiara la presenza di sensori come GPS o cardiofrequenzimetro. Non è dato sapere nemmeno il possibile prezzo.

Adidas Chameleon

L’unica cosa su cui c’è apparente chiarezza è che Chameleon sarà un wearable alla moda.

Finiture in metallo, elevate possibilità di personalizzazione. Un po’ meno miCoach e un po più Fitbit.

L’acquisizione di Runtastic da parte di Adidas effettuata lo scorso anno (220 milioni di euro), con i suoi 70 milioni di utenti al seguito, dovrà essere resa coerente con la strategia generale dell’azienda.

All Day ingloberà Runtastic, o viceversa? Quale sarà il risultato finale?

Personalmente acquistereste mai dei device prodotti da aziende come Nike o Adidas?

Li trovate competitivi con quelli delle aziende classiche? Fatecelo sapere nel box commenti in basso!

Continuate a seguirci per non perdere le prossime news, sui social, sul nostro canale Telegram e sui nuovi canali dedicati alle offerte del nostro partner l’Arena delle Offerte e l’Arena delle Offerte Cina.
Seguici su Facebook, Twitter, Google+ e YouTube.

VIA