Cubot Ultime Notizie

Cubot programma l’ingresso nel mercato della Realtà Virtuale?


Il 2016 è stato definito dai principali rappresentanti dei media come “l’anno della Realtà Virtuale” ed è quindi ovvio che tutti i produttori stanno cercando di fare il proprio ingresso in questo settore. Tra questi vi è anche la cinese Cubot!

Cubot: presto l’ingresso nel mercato VR

Di recente, oltre ad assistito al lancio del visore Huawei VR, seguito dal “clone” Honor VR, è possibile percepire facilmente un certo fermento intorno al settore della Realtà Virtuale. Più o meno tutte le grandi aziende sembrano interessate a sfruttare l’ondata di interesse che si è creata intorno a quella che potrebbe anche essere solo una moda del momento.

Tra i produttori colpiti dalla “febbre del VR” non mancano i cinesi, tra cui anche la nota Cubot, azienda produttrice di smartphone Android che, in particolare negli ultimi mesi, si è distinta per un sostanziale miglioramento delle sue produzioni.

Tuttavia, c’è da dire che, almeno per quanto riguarda la fascia low-cost, il settore VR cinese sembra essere piuttosto saturo e per comprendere a cosa ci riferiamo vi basterà leggere il nostro articolo che “spiega” come entrare nella realtà virtuale con meno di 10 euro.

Guida: come entrare nella Realtà Virtuale con meno di 10 euro!

Ma Cubot, pur mancando di esperienza nel settore, sembra volersi concentrare sulla creazione di un proprio ecosistema VR e ciò potrebbe essere legato alla volontà di sfruttare il supporto che sarà offerta dal Governo cinese al settore. Di recente, infatti, sono state annunciate dalla China VR Industry Alliance delle norme ufficiali che disciplinano il settore VR e che prevedono, appunto, dei finanziamenti.

A questo punto, quindi, è lecito aspettarsi nel prossimo futuro dei prodotti VR a marchio Cubot (e non solo), con un decisivo incremento e sviluppo di un settore che, secondo il nostro modesto parere, rappresenterà il futuro della tecnologia.

Continuate a seguirci per non perdere le prossime puntate del futuro della tecnologia:

Seguici su Facebook, Twitter, Google+ e YouTube.

VIA