Huawei Ultime Notizie

Daydream: Huawei sarà tra i primi produttori a supportare la piattaforma VR di Google


Proprio pochi giorni fa, in occasione del keynote di Google I/O, è stata annunciata Daydream, la piattaforma su cui Google incentrerà i propri progetti relativi alla realtà virtuale e che ha già scatenato l’interesse di molte aziende.

Daydream si basa sull’accoppiata visore/smartphone, riprendendo il principio dietro il celebre Google Cardboard, pioniere della VR a costo contenuto per tutti.

Lettura consigliata: Guida: come entrare nella Realtà Virtuale con meno di 10 euro!

Google proporrà ai produttori partner un reference design (un modello che fungerà da esempio) di un visore VR su cui le aziende dovranno basarsi, contemplando anche la possibilità di “variazioni sul tema” in base alle esigenze del proprio mercato. Lo stesso avverrà per l’eventuale controller da abbinare.

Attraverso un comunicato stampa, Huawei ha annunciato la sua intenzione di supportare proprio Daydream, diventando così una delle prime OEM a lavorare nell’ottica della nuova proposta di Big G.

Daydream: Huawei sarà tra i primi produttori a supportare la piattaforma Google per la realtà virtuale

Daydream

 

Lo scopo è quello di garantire a tutti coloro che usufruiranno di Daydream esperienze coinvolgenti ed emozionanti attraverso tutte quelle innovazioni che trasformeranno i dispositivi, le applicazioni e i contenuti per VR.

La compagnia cinese si dichiara impaziente di approfondire la sua collaborazione con Google e con le altre società leader del settore, al fine di costruire un vero e proprio universo intorno alla nuovo proposta del gigante della ricerca online, che, dunque, ha scelto di non proporre un proprio dispositivo, come, ad esempio, i vari Oculus Rift e HTC Vive, ma una piattaforma intorno alla quale verrà a crearsi un vero e proprio ecosistema grazie alla collaborazione delle varie aziende partner.

Samsung, Alcatel, LG, HTC, Xiaomi, ZTE, ASUS e naturalmente Huawei tra i probabili marchi di smartphone compatibili.

Infatti, Huawei ha già annunciato di avere in programma il lancio di dispositivi che supporteranno la piattaforma, grazie anche alla dotazione dei nuovi processori Huawei Kirin e di chipset Qualcomm.

Gli smartphone, le cuffie e i controller dedicati a Daydream di Huawei sono previsti per la fine del 2016, mentre i primi prodotti legati all’universo Daydream dovrebbero arrivare nel corso dell’autunno di quest’anno.

Cosa ne pensate di questa strategia intrapresa da Google?

Seguici su Facebook, Twitter, Google+ e YouTube.