Mogees Play Ultime Notizie, Video

Grazie a Mogees Play ogni superficie può diventare un controller!


Se siete tra coloro che pensano che il display dello smartphone o del tablet siano superfici di dimensioni troppo limitate per giocare, Mogees Play potrebbe essere un’ottima soluzione per voi. Scopriamo di più su questo dispositivo!

Innanzitutto per comprendere appieno questo device è bene tornare un attimo indietro nel tempo, quando l’italianissimo Bruno Zamborlin, vicentino trasferitosi a Londra, ha avviato una campagna di crowdfunding per finanziare un interessante device che ha riscosso un grande successo, vale a dire Mogees, un dispositivo che trasforma le vibrazioni in musica, tamburellando sulla superficie sulla quale è stato applicato Mogees, questo trasformerà i tocchi in note musicali.

Lettura consigliata: Remidi T8: wearable per suonare senza strumenti!

Questo slideshow richiede JavaScript.

Zamborlin, a seguito del successo di questo strumento, ci riprova, avviando una nuova raccolta fondi su Kickstarter per finanziare lo sviluppo di Mogees Play, vale ad a dire un nuovo sensore, dalla semplicissima forma circolare simile ad un bottone, che, applicato su una superficie di qualunque tipo e collegato al proprio smartphone, trasforma il piano in un controller per giocare e suonare. Il dispositivo viene proposto insieme ad un pacchetto che comprende tre app gratuite “Pulse”, “Jam” e “Keys” che permettono a Mogees Play di dare il meglio di sé.

Grazie a Mogees Play ogni superficie può diventare un controller!

Se volete saperne di più vi suggeriamo di visitare la pagina di crowdfunding dedicata al progetto, dove potrete trovare tutte le informazioni al riguardo ed eventualmente pre-ordinare il dispositivo al costo di 39 sterline, vale a dire circa 45 euro al cambio attuale. Le prime spedizioni sono previste a partire da settembre.

Cosa ne pensate? Lo acquistereste?

Continuate a seguirci per non perdere le prossime news, sui social e sul nostro nuovo canale Telegram.

Seguici su Facebook, Twitter, Google+ e YouTube.