Manus VR Ultime Notizie

Manus VR: i guanti che trasformano le mani in un controller VR


Più wearable di un capo di abbigliamento, e quindi anche di un guanto, non ce n’è ed infatti i Manus VR sono tra i dispositivi indossabili che possiamo definire più “puri” (oltre che interessanti) tra tutti quelli lanciati di recente sul mercato.

Ma Manus VR è anche il nome della startup olandese che, fondata nel 2014, ha ideato il guanto per la realtà virtuale, un guanto indirizzato direttamente al mercato consumer e che è realizzato con tessuti hi-tech ed hardware interno a prova di lavaggio.

L’aspetto dei Manus VR è assolutamente quello di semplici guanti, ma all’interno troviamo un gran numero di sensori, di input tali da permettere una completa interazione con i visori VR.

Ognuno dei due guanti include un’unità di misura inerziale a nove gradi di libertà (9DOF) IMU, mentre ogni dito dispone di ben 2 sensori di flessione. Rimanendo in tema sensori, sui Manus troviamo anche l’accelerometro, il giroscopio e il magnetometro.

Come i classici controller per videogame, anche i Manus VR offrono un feedback aptico e sono alimentati da batterie ricaricabili che garantiscono una durata di circa 8 ore.

Per quanto riguarda la connettività e le interfacce di comunicazione, sui Manus troviamo la possibilità di collegamento mediante USB (con latenaza inferiore a 5ms) o Bluetooth (latenza pari a 12ms). Prevista l’integazione con alcuni visori presenti sul mercato, come nel caso di HTC Vive per il quale sono presenti dei sostegni da polso.

Nelle prossime ore saranno presentati al pubblico questi Manus VR che per l’occasione saranno mostrati alla prese con Pillow’s Willow, un puzzle game che necessita dell’utilizzo delle mani per risolvere gli enigmi.

Manus VR: prezzo e disponibilità

Il dev kit di Manus VR sarà pre-ordinabile a partire dal secondo trimestre del 2016 al prezzo di 250 dollari.

Ecco il video esemplificativo dell’utilizzo dei guanti: