Xiaomi MI Band 1s Editoriale, Ultime Notizie

Xiaomi Mi Band: scopriamo come funziona!


La Xiaomi Mi Band e i suoi successori stanno conquistando il mercato, non solo perché rappresentano dei fitness tracker tra i più convenienti del momento, ma anche perché offrono un interessante ventaglio di funzionalità, mantenendo però un costo davvero molto competitivo rispetto a prodotti simili di altre aziende. Tuttavia, vi siete mai chiesti come funzionano? Scopriamolo insieme!

Xiaomi Mi Band

Recentemente vi avevamo già parlato del funzionamento del contapassi nei fitness tracker, i quali sfruttano un sensore chiamato accelerometro per svolgere questa utile funzione. Precisamente si tratta di un accelerometro a 3 assi e/o di grado militare in grado di “contare” il numero di passi; questo sensore si basa su una tecnologia in grado di calcolare il movimento micro elettromeccanico e la forza del vostro movimento. Tale forza viene convertita in metabolici equivalenti (MET).

Secondo i ricercatori i MET vengono prodotti dalle varie attività fisiche di base come la camminata, ed ecco che questo dato può essere convertito nel numero dei passi.

Xiaomi Mi Band: scopriamo come funziona!

Xiaomi Mi Band

E per quanto riguardo riguarda il monitoraggio del sonno? Questa funzionalità sfrutta due sensori, quello di prossimità e quello di actigrafia. In particolare quest’ultimo si basa sui movimenti del corpo per determinare in quale situazione ci troviamo, registrando il movimento tramite il sensore actimetrico. Tutti i dati raccolti vengono, poi, trasferiti in un grafico tramite app Mi Fit o simili.

Xiaomi Mi Band

Tuttavia, può capitare che lasciando inattivo un fitness tracker, ad esempio, poggiato su una scrivania, il sensore conteggi quello stato di immobilità come sonno.

La Xiaomi Mi Band risolve questo problema sfruttando il sensore touch capacitivo di prossimità che rileva la presenza della pelle e di conseguenza il monitoraggio del sonno è attivo solo quando il dispositivo è indossato.

Un’altra funzionalità molto apprezzata è la scansione della frequenza cardiaca. In dettaglio, tramite sensore ottico della frequenza cardiaca la Mi Band 1S Pulse e la Mi Band 2  determinano i battiti del cuore.

Xiaomi Mi Band

Il sensore ottico e l’emissione di infrarossi sono alla base di questo monitoraggio. Infatti, il sangue ossigenato o deossigenato godono di differenti proprietà ottiche. I raggi infrarossi attraversano la pelle e vengono parzialmente assorbiti dal sangue. Di conseguenza, quando i raggi infrarossi non assorbiti tornano indietro, vengono ricevuti dal sensore ottico che determina la frequenza cardiaca.

Cosa ne pensate? Probabilmente adesso vedrete la vostra smartband Xiaomi con altri occhi! Se, invece, non conoscete ancora la Xiaomi Band 2. il tracker più recente del colosso cinese vi suggeriamo di dare un’occhiata alla nostra recensione.

Continuate a seguirci per non perdere le prossime news, sui social e sul nostro nuovo canale Telegram.

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+ e YouTube.

VIA