facebook

Il mondo della tecnologia è troppo spesso erroneamente concepito, associato all’universo maschile e questo nonostante gli enormi sforzi compiuti dalle aziende hi-tech per cercare di coinvolgere maggiormente le donne in questo piacevole settore del consumismo. Noi di Gizwear oggi vogliamo riservare uno spazio dedicato alle donne e parlarvi di gioielli smart, anche se già nei nostri precedenti articoli lo abbiamo fatto più volte (a seguire degli esempi).

Alcune letture correlate:

I gioielli smart ai quali voi donne presto non potrete rinunciare!

Partiamo da due dispositivi dei quali vi abbiamo già parlato in precedenti articoli, ovvero Eachpal Halo e mBand.

Eachpal Halo

Pur offrendo una diversa destinazione d’uso dal punto di vista dell’abbigliamento, entrambi i wearable offrono delle funzioni di sicurezza per le donne.

Eachpal Halo è un indossabile che, da utilizzare come un semplice bracciale e concepito dalla collaborazione tra la cinese Eachpal e il designer Jacob Jensen, consente di inviare una richiesta di S.O.S. ad un contatto pre-impostato o a qualsiasi altro utente della piattaforma presente nelle vicinanze. Inoltre, una volta interrotto il segnale S.O.S., il bracciale avvierà una registrazione audio mediante il microfono del telefono.

Eachpal Halo

Inoltre, sull’Eachpal troviamo anche altre feature classiche da indossabile, come la possibilità di rifiutare la chiamata agitando la mano sul braccialetto, di avviare la riproduzione musicale e di scattare delle foto in remoto con lo smartphone. Tutti queste gesture possono anche essere personalizzate.

anello smart

mBand è invece un anello smart dal design molto gradevole che garantisce in modo semplicissimo la protezione personale: basterà infatti toccare il pulsante Bluetooth dell’anello per inviare, mediante l’App dedicata, una richiesta di aiuto comprensiva di posizione esatta(grazie alla presenza del GPS) al centro emergenze, dove dei professionisti sono al lavoro 24 ore su 24.

Inoltre, la posizione viene inviata contemporaneamente anche a dei contatti personali precedentemente selezionati (familiari, amici, colleghi).

Chi-O Phi

Infine, chiudiamo questa breve rassegna con il pendente smart Chi-O Phi, un dispositivo più mirato al miglioramento della vita “interna”, più che di quella esterna dell’utilizzatore. Chi-O Phi ha raccolto circa 74.000 dollari su indiegogo e dovrebbe essere già pronta per le spedizioni.

Chi-O Phi

Il ciondolo, che racchiude un chip tecnologico (vedi foto), si propone di armonizzare l’essere dell’utilizzatore e di proteggerlo dalle modificazioni dei campi magnetici. Chi-O Phi, quindi, è, a detta dell’azienda, la soluzione tecnologicamente più avanzata al problema dell’inquinamento elettromagnetico e, secondo alcune indagini eseguite dal produttore, porterebbe a dei reali benefici anche dal punto di vista “biologico”.

Qui maggiori informazioni.

Cosa ne pensate?

Altre soluzioni stanno arrivando anche dalle aziende più note (e altre sono già sul mercato da alcuni mesi), attratte probabilmente da questa fetta di mercato ancora da esplorare.

Da parte nostra, a partire dai gioielli smart, auspichiamo in futuro una maggiore un’apertura da parte delle aziende tecnologiche nei confronti delle donne.

Fateci sapere cosa ne pensate utilizzando il box commenti in basso!

Seguici su Facebook, Twitter, Google+ e YouTube.

No more articles