facebook

Spesso ci capita di parlarvi di smartband che si propongono sul mercato come anti-Xiaomi Mi Band 2, ovvero la soluzione attualmente più venduta e, forse, anche tra quelle più convenienti nel rapporto qualità/prezzo. Tra queste alternative di recente ha catturato la nostra e la vostra attenzione la Cubot V1, un fitness tracker estremamente economico, disponibile in questi giorni al prezzo di circa 9 euro.

Oggi vi proponiamo la recensione di questo dispositivo e nelle righe che seguono cercheremo di capire se la Cubot V1 può essere considerata una valida alternativa alla Xiaomi Mi Band 2. Scopritelo nella review!

Cubot V1

Cubot V1: le specifiche

La Cubot V1 è una smartband, che, come la Xiaomi Mi Band 2, si caratterizzata per la presenza di un display, precisamente un’unità OLED con una risoluzione di 128 x 32 pixel. La batteria è invece un’unità da ben 80 mAh.

Presente un accelerometro tri-assiale MMA8652 e la certificazione IP65 per l’impermeabilità, garantita esclusivamente in caso di schizzi d’acqua (ad esempio quando ci si lava le mani) o anche, rischiando un po’, durante una doccia (non consigliato).

La principale differenza con la Mi Band 2 riguarda l’assenza sulla V1 del sensore per la misurazione dei battiti cardiaci.

[accordion title=”Clicca per le specifiche complete della Cubot V1″ id=”id-here”]

Lancio

  • AnnunciatoData di annuncio
    03 giugno 2016
  • StatoStato attuale sul mercato
    Prossima uscita

Design

  • DimensioniDimensioni del dispositivo
    230 x 23 x 10 mm
  • PesoPeso del dispositivo
    --
  • Materiali costruttiviMateriali costruttivi del dispositivo
    TPU Bayer + PC
  • AltroAltro riguardo il design del dispositivo
    --

Display

  • TipoTipo di display
    OLED
  • DiagonaleDiagonale display
    0.88 pollici (dato da confermare)
  • RisoluzioneRisoluzione display
    128 x 32 pixel
  • MultitouchMultitouch
  • ProtezioneProtezione del display
    --

Hardware

  • ChipsetChipset del dispositivo
    nn
  • CPUCPU
    nn
  • GPUGPU
    nn
  • RAMRAM
    nn

Connettività

  • Wi-FiConnettività Wi-Fi
    No
  • 3GNetwork 3G
    No
  • BluetoothConnettività Bluetooth
    v4.0 (Dialog DA1458)
  • AltroAltro riguardo il design del dispositivo
    Compatibile con OS Android 4.3+ e iOS 7.1+

Memoria

  • StorageStorage
    nn
  • Slot SDPresenza slot SD

OS

  • Sistema OperativoSistema Operativo
    nn
  • RomRom
    nn

Audio

  • SpeakerSpeaker
  • MicrofonoMicrofono
  • Formati audioFormati audio supportati
    nn

Batteria

  • BatteriaBatteria
    80mAh

Altro

  • SensoriSensori presenti sul dispositivo
    Accelerometro tri-assiale MMA8652
  • AltroAltro riguardo il design del dispositivo
    Calcolo passi, qualità del sonno, sveglia intelligente
[/accordion]

Cubot V1: box di vendita

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il box di vendita della Cubot V1 è molto piccolo e con una dotazione ridotta all’essenziale. All’interno, infatti, troviamo, oltre alla Band, un piccolo cavo USB – micro USB per la ricarica e un manuale utente (sul quale troverete il QR Code per il download dell’App per Android e iOS) in lingua inglese e tedesca.

[header text=”DESIGN” subtext=”Curato | Voto 7″]

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il design della Cubot V1 non è di certo originalissimo ed infatti lo stesso ricalca le linee della già più volte citata Xiaomi Mi Band 2. Tuttavia, non mancano elementi distintivi, come la finitura zigrinata della band vera e propria e una dimensione maggiore del “core” del dispositivo. Inoltre, apprezzabile è l’incisione sul bottoncino di chiusura della band riportante il nome dell’azienda: un aspetto che denota sicuramente una certa cura dei particolari.

[header text=”COSTRUZIONE” subtext=”troppa rigidità | Voto 6″]

Questo slideshow richiede JavaScript.

La Cubot V1, che misura 230 x 23 x 10 mm e pesa solo 22 grammi, si compone di due principali componenti: il “Core” e il cinturino. Riguardo quest’ultimo è necessario fare un appunto, in quanto lo stesso, pur essendo stato realizzato in collaborazione con l’azienda tedesca Bayer, appare troppo rigido, decisamente meno flessibile di quello della Xiaomi Mi Band 2.

Tuttavia, il materiale utilizzato si caratterizza per delle proprietà ipoallergeniche e “skin friendly” e da questo punto di vista possiamo confermare che nell’utilizzo quotidiano la V1 risulta essere piuttosto confortevole.

Il “Core” invece, complice anche la presenza di una batteria più generosa, evidenzia delle dimensioni superiori a quello della Mi Band 2.

Posteriormente è possibile osservare lo slot micro USB, plug che dovrebbe essere sigillato dall’inserto presente sul cinturino, con il condizionale d’obbligo in quanto quest’ultimo non fa il suo dovere. Vi sconsigliamo, pertanto, nonostante la dichiarata e già citata certificazione waterproof, di immergere in acqua la Cubot V1.

In generale, la sensazione percepita nell’utilizzo della smartband è di maggiore economicità rispetto alla Mi Band 2, ovvero un dato confermato poi anche dal prezzo di vendita.

Come anticipato sulla V1 troviamo anche un display OLED da 0,88 pollici con risoluzione di 128 x 32 pixel, sul quale è presente un pulsante a sfioramento “invisibile”, ovvero non segnalato da incisioni o simboli, grazie al quale sarà possibile navigare tra i vari menu (Ora, Data, Passi, Calorie, Distanza).

Non ottimale la visibilità quando esposto a luce solare diretta, mentre è risultato nella meida il trattamento oleofobico operato sul pannello.

[header text=”USABILITA’” subtext=”Essenziale | Voto 6″]

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per poter visualizzare i dati raccolti dalla Band in forma aggregata e gestire le sue funzioni sarà necessario scaricare l’App di companion. La stessa è disponibile sia sul Play Store di Google (vi basterà cercare “CUBOT Band”) o mediante download con lettura del QR Code presente sul manuale utente.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La struttura dell’applicazione è molto simile a quella di altre dedicate al fitness ed infatti sulla stessa, successivamente all’inserimento dei propri dati personali/fisici, sarà possibile osservare il numero di passi eseguiti (con tanto di distanza percorsa, calorie bruciate e tempo) e i dati relativi al sonno. I dati saranno visualizzabili per giorno, settimane o mese.

Nelle impostazioni (“Gestione dispositivo”) sarà invece possibile gestire l’associazione della Band, attivare/disattivare l’anti-smarrimento, selezionare l’unità di misura e impostare l’ora.

Le altre funzioni disponibili sono quelle relative alla sveglia (sono attivabili 3 allarmi), il promemoria sedentarietà e le notifiche per chiamate, SMS e, purtroppo, esclusivamente Wechat come app terze parti (per il momento solo per Android).

Piuttosto preciso il pedometro, anche se tavolta tende a sottostimare il numero di passi realmente eseguito.

Altalenante il monitoraggio del sonno, in quanto sono alternate delle misurazioni precisissime, comprensive di rilevamento dettagliato dei momenti di sonno profondo, leggero e della sveglia, e delle misurazioni completamente sballate. Tuttavia, l’aspetto meno funzionale, scusate il gioco di parole, della funzionalità riguarda la necessità di avviare manualmente la stessa dalle impostazioni ogni volta che ci si mette a letto e, conseguentemente, quella di disabilitarla al risveglio, pena il non avvio del conteggio dei passi.

Pur essendo le notifiche rappresentate sul display da un piccolo simbolo durante la ricezione, non è comunque possibile in alcun modo interagire con le stesse.

Un’ultima pecca dal punto di vista dell’usabilità può essere considerata quella dell’assenza del weak-up gesture alla rotazione del polso. Peccato.

[header text=”BATTERIA” subtext=”Appena sufficiente | Voto 6″]

Ottima l’autonomia della batteria della Cubot V1, un’unità dall’amperaggio da 80mAh che garantisce (secondo la nostra stima) un’autonomia che supera i 20 giorni. Sicuramente l’assenza di un sensore per la misurazione dei battiti cardiaci influisce positivamente su tali risultati.

Piuttosto “anomalo” invece il processo di “scaricamento” della batteria ed infatti lo stesso evidenzia una diminuzione della carica progressiva “a scatti”, ovvero non seguendo la normale scala 100, 99, 98, ecc., ma un processo di diminuzione del circa 12-13% per volta.

[header text=”PREZZO” subtext=”Il punto di forza | Voto 9″]

Nonostante le imperfezioni rilevate in fase di review, il prezzo molto competitivo permette alla Cubot V1 di strappare comunque una sufficienza piena.

A seguire, infatti, troverete un coupon per l’acquisto della Cubot V1 a prezzo scontato su Amazon. Il prezzo è pari a 14,99 euro con CODICE SCONTO GZGHIRBE

UPDATE 13.09.2016: Cubot V1 disponibile in offerta limitata su Gearbest a 8,18 euro (PREZZO PIU’ BASSO DI SEMPRE). Solo 50 pezzi.

Continuate a seguirci per non perdere le prossime news, sui social, sul nostro canale Telegram e sui nuovi canali dedicati alle offerte del nostro partner l’Arena delle Offertee l’Arena delle Offerte Cina.

Seguici su Facebook, Twitter, Google+ e YouTube.

No more articles