facebook

MIT Media Lab ha annunciato DuoSkin, un interessante progetto, frutto della collaborazione con Microsoft Research, che rende il nostro corpo “smart” grazie all’applicazione di tatuaggi temporanei, scopriamo di più!

In dettaglio, DuoSkin è un tattoo che permette di trasformare la nostra pelle in un’interfaccia per poter comodamente gestire a distanza computer, tablet e tutti i vari dispositivi mobile.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il materiale scelto per realizzare i tech tattoo è la foglia d’oro, quindi skin friendly, tanto resistente da poter essere indossato tutti i giorni e, soprattutto, flessibile al fine di garantire un maggiore comfort. Il tatuaggio può essere impiegato non solo per raccogliere gli input dati dal tocco delle dita, ma anche per archiviare i dati e per le comunicazioni wireless con i vari device da gestire.

DuoSkin: ecco i tatuaggi smart nati dalla collaborazione tra il MIT e Microsoft!

Oltre ad essere un interessante dispositivo tech, DuoSkin fa dell’estetica il suo punto di forza, dato che il risultato sulla pelle è davvero molto intrigante e non comporta operazioni chirurgiche o l’inserimento di impianti nel tessuto dell’epidermide, visto che la sua applicazione avviene tramite un semplice processo a base d’acqua.

Attualmente DuoSkin è un progetto in fase ancora embrionale, il quale sarà presentato ufficialmente nel mese di settembre nel corso dell’International Symposium on Wearable Computers in Germania. Tuttavia nonostante il suo essere ancora agli albori sono già evidenti le potenzialità di questo tipo di tecnologia, in grado di trasformare il nostro corpo in un vero e proprio trackpad in modo semplice e assolutamente non invasivo.

Per saperne di più vi suggeriamo di visitare il sito ufficiale dedicato.

Cosa ne pensate di questa nuova tecnologia? Riuscirà a trovare un suo impiego nel concreto o resterà un ambizioso progetto?

Continuate a seguirci per non perdere le prossime news, sui social, sul nostro canale Telegram e sul nostro nuovo canale dedicato alle offerte.

Seguici su Facebook, Twitter, Google+ e YouTube.

VIA

No more articles