facebook

Agli inizi di agosto, Elephone ha annunciato la sua partnership con il CASC (Cina Aerospace Science and Technology Corporation), il principale ente statale del programma spaziale cinese. Scopriamo il primo prodotto nato dalla partnership, ovvero le cuffie in-ear Elephone Whisper.

Le ipotesi circa il dispositivo, che sarebbe nato dalla collaborazione, si sono accavallate nel corso delle ultime settimane e si è arrivato a pensare, data la natura della partnership, perfino alla realizzazione di un gadget rivoluzionario ed innovativo. La realtà è molto meno “eccitante”, dato che Elephone ha rivelato il misterioso progetto riguarda delle nuove cuffie in-ear con microfono.

Elephoone Whisper

Comunque, messa da parte questa piccola “delusione”, in base a quanto affermato dall’azienda, il nuovo device Elephone sembra essere piuttosto interessante. Si tratta di cuffie equipaggiate con il chip grado militare CASC863A, che garantirebbero una riduzione del rumore fino a 35 dB e un massimo di 4000 Hz.

Elephone Whisper

Il chip sarebbe in grado di isolare e filtrare tutti i rumori indesiderati, mantenendo la qualità del suono chiara e cristallina.  Le cuffie hanno una forma ovale per adattarsi all’anatomia dell’orecchio umano e garantendo il massimo comfort. Le Elephone Whisper dispongono di una batteria da 24 mAh che alimenta la tecnologia di cancellazione del rumore e dovrebbe durare all’incirca per 25 ore con una singola carica.

Elephone Whisper

Elephone Whisper: tempistiche di lancio e costi

Elephone Whisper saranno lanciate sul mercato a breve, anche se non è stato rivelato precisamente quando, presumibilmente ad un costo che dovrebbe aggirarsi sui 99,99 dollari, vale a dire circa 88 euro al cambio attuale.

Per maggiori informazioni vi suggeriamo di visitare la pagina dedicata al prodotto sul sito ufficiale Elephone.

Cosa ne pensate? Le acquistereste?

Continuate a seguirci per non perdere le prossime news, sui social e sul nostro nuovo canale Telegram.

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+ e YouTube.

VIA

No more articles