facebook

Secondo quanto reso da un comunicato congiunto, la multinazionale israeliana Teva Pharmaceutical Industries ed Intel sono al lavoro insieme per migliorare la lotta alla malattia di Huntington. Quella di Huntington è la più frequente malattia a causa genetica nei quadri clinici neurologici con movimenti involontari anonimi. Scopriamo i dettagli della nuova partnership.

Malattia di Huntington: Intel in prima linea

Le hard skills di Intel in ambito analitico e di sviluppo di algoritmi si fondono con la competenze in ambito medico del gruppo israeliano per raggiungere una migliore comprensione della patologia e sviluppare trattamenti sempre più precisi.

Huntington

L’accordo prevede la realizzazione di un dispositivo indossabile particolare (dovrebbe trattarsi di uno smartwatch) che, collegato ad uno smartphone, sarà in grado di monitorare continuativamente lo stato complessivo del paziente ed ogni suo movimento.

I dari raccolti verranno trasmessi quasi in tempo reale ad una piattaforma cloud (sviluppata TAP, Intel Trusted Analytics Platform) capace di aggregare gli stessi e trasformarli successivamente in punteggi-obiettivo coerenti con il livello di gravità dei sintomi motori.

E’ bene sottolineare che quella di Huntington è una malattia neurodegenerativa che colpisce la coordinazione muscolare, portando ad un declino cognitivo e a problemi psichiatrici. Il check-up continuo dunque rappresenterebbe uno step fondamentale per migliorarne cure e trattamenti.

Intel TAP

Il progetto vedrà il suo battesimo già a partire dalla fine di quest’anno: Teva Pharma utilizzerà in anteprima la soluzione Intel nella fase 2 del progetto attualmente in corso “Open-Pride HD Study“, somministrata in alcuni centri di Canada e Stati Uniti.

La piattaforma TAP di Intel sembrerebbe essere ben collaudata (testata in passato per analizzare lo sviluppo del Parkinson). Non resta che augurare buon fortuna al team di ricercatori al lavoro.

Continuate a seguirci per non perdere le prossime news, sui social, sul nostro canale Telegram e sui nuovi canali dedicati alle offerte del nostro partner l’Arena delle Offerte e l’Arena delle Offerte Cina.

Seguici su Facebook, Twitter, Google+ e YouTube.

VIA

 

No more articles