facebook

Oggi recensiremo lo smartwatch cinese LEMFO LEM1, un wearable che richiede… molta pazienza! Scoprite il perché nella recensione completa!

Lemfo Lem1

Recensione Lemfo Lem1

Recensione Lemfo Lem1: le specifiche

Partiamo innanzitutto dalle specifiche hardware. Sul Lemfo Lem1 troviamo una CPU molto utilizzata sugli smartwatch cinesi, ovvero il SoC Mediatek MTK 2502, affiancato da soli 32MB di RAM. Pochissimi, e non solo sulla carta. Stesso discorso per la ROM, anch’essa risicata e pari a soli 128 MB, paraltro non espandibili, ma utilizzabili solo per l’archiviazione di Foto trasferite dallo smartphone.

Le dimensioni sono di 45 x 45 x 9,8 mm. Molto ben bilanciato al polso, non troppo grande né troppo piccolo.

Il display è un’unità dalla diagonale di 1.3 Pollici, con una risoluzione di 360 x 360 pixel. Al sole si rileva qualche difficoltà per la corretta visualizzazione.

Certificato come IP67, è resistente agli schizzi e alla polvere, non è consigliabile dunque immergerlo completamente in acqua.

A completare la dotazione Hardware del device troviamo uno speaker audio molto potente e un microfono di ottima qualità, lo definirei “quasi da telefono”.

[accordion title=”Clicca per le specifiche complete del Lemfo Lem1″ id=”id-here”]

Lancio

  • AnnunciatoData di annuncio
    01 gennaio 2016
  • StatoStato attuale sul mercato
    Disponibile

Design

  • DimensioniDimensioni del dispositivo
    45 x 45 x 9,8 mm
  • PesoPeso del dispositivo
    52 grammi
  • Materiali costruttiviMateriali costruttivi del dispositivo
    Metallo e pelle
  • AltroAltro riguardo il design del dispositivo
    IP67

Display

  • TipoTipo di display
    IPS
  • DiagonaleDiagonale display
    1,3 pollici
  • RisoluzioneRisoluzione display
    360 x 360 pixel
  • MultitouchMultitouch
  • ProtezioneProtezione del display
    --

Hardware

  • ChipsetChipset del dispositivo
    Mediatek MT6752A
  • GPUGPU
    --
  • RAMRAM
    32MB

Connettività

  • Wi-FiConnettività Wi-Fi
    --
  • 3GNetwork 3G
    No
  • BluetoothConnettività Bluetooth
    v 4.0
  • AltroAltro riguardo il design del dispositivo
    --

Memoria

  • StorageStorage
    128MB
  • Slot SDPresenza slot SD

OS

  • Sistema OperativoSistema Operativo
    Proprietario
  • RomRom
    -

Fotocamera

  • FotocameraFotocamera
    No

Audio

  • SpeakerSpeaker
  • MicrofonoMicrofono
  • Formati audioFormati audio supportati
    --

Batteria

  • BatteriaBatteria
    310mAh

Altro

  • SensoriSensori presenti sul dispositivo
    Pedometro
  • AltroAltro riguardo il design del dispositivo
    -
[/accordion]

[header text=”DESIGN & MATERIALI” subtext=” Veramente ben fatto | Voto 8 “]

Il design è ciò che di questo LEM1 mi ha colpito sin da subito e le prime impressioni sono state confermate dall’utilizzo quotidiano. La costruzione è buona, la cassa in acciaio è gradevole anche al tatto, come pure il cinturino.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

La qualità è, in generale, superiore alla media e il comfort restituito è ottimale, anche dopo una giornata intera al polso. Anche il vetro di protezione del display è ben fatto, pur risultando un po’ tagliente ai bordi. Peccato però per la mancanza del sensore per la misurazione dei battiti cardiaci, ma visto che questo LEM1 non è definibile un device fitness oriented, come vedremo in seguito, la cosa potrebbe anche essere giustificata.

Lemfo Lem1

Scelta opinabile quella della ghiera graduata, che stona forse un po’ se si usano determinate Watchfaces.

Relativamente a queste ultime, ovvero un aspetto che nel design conta molto, sul Lemfo Lem1 troviamo una buona collezione di bei “volti”. Meno intuitivo, invece, il ssitema di selezione: bisogna infatti tener premuto sulla Home, cambiare l’orario da AM a PM (e viceversa) e solo allora potremo “swippare” tra una watchface e l’altra. Il tutto senza però alcuna indicazione a schermo, quindi da eseguire “a tentativi”.

Questo slideshow richiede JavaScript.

[header text=”USABILITA’” subtext=”In-usabilità allo stato puro | Voto 2″]

Usabilità voto 2. La valutazion anticipa quasi tutto ciò che segue in questa sezione.

La lentezza del dispositivo è un qualcosa di difficilmente riportabile “in parole”. Vi invito a dare un’occhiata alla recensione video per rendervene conto, perché è davvero difficile imbattersi in un’ottimizzazione così scadente.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lo scorrimento tra i menù è lento, per non dire lentissimo. LEMFO ha personalizzato l’interfaccia, ma così facendo l’ha appesantita in modo eccessivo animazioni troppo macchinose, touch che non risponde sempre ai comandi… insomma… snervante!

Lo scorrimento dei menù dovrebbe funzionare anche con la gesture dello spostamento in alto o in basso del polso. Tale feature nei nostri test ha funzionato solo una volta

L’interfaccia si può dividere in due modalità. La divisione in tab formati da 4 App ognuno e lo scorrimento a cascata, come ogni menù di Android per intenderci. Beh, quest’ultimo è impossibile da utilizzare… insomma, anche in questo caso vale l’indicazione iniziale: serve tanta pazienza!

Per le funzioni disponibili invece siamo nella norma, con l’applicazione telefono che si interfaccia con le chiamate e il dialer dello smartphone, stessa cosa per la messaggistica e la musica, che però può solo controllare quella dello dispositivo associato.  Non sarà possibile, quindi, riprodurla sul LEMFO LEM1.

Il pedometro è anch’esso nella media, per un uso molto generico (camminate) e non professionale. Il GPS non fa il tracking del percorso, neanche collegato con lo smartphone accoppiato via Bluetooth.

La gestione delle notifiche invece mi ha stupito; è infatti l’unico smartwatch non Android Wear tra quelli provati fino ad ora che mi ha permesso di visionare tutte le chat separate su whatsapp. Tuttavia, permangono dei problemi (e anche in questo caso vi consiglio di dare un’occhiata alla video recensione), ovvero che per leggere una notifica servirà “un’eternità”. Inoltre, anche per spostarsi nel corpo della notifica stessa serve una buona dose di calma. Farete prima a leggere la notifica sullo smartphone…

[header text=”BATTERIA” subtext=” Fa quel che deve, ma non di più | Voto 7 “]

L’unità da 310mAh in dotazione al Lemfo Lem1, non dovendo gestire un numero elevato di sensori o un display particolarmente risoluto, garantisce dei buoni livelli di autonomia, riuscendo a coprire tranquillamente una giornata, ma non di più. Buona, quindi, ma niente di entusiasmante. La ricarica notturna è obbligatoria.

[header text=”PREZZO” subtext=” Va bene se si considera l’estetica | Voto 6″]

Lemfo Lem1

Per concludere, il prezzo è giustificato dall’estetica dell’oggetto, decisamente molto gradevole.

Tuttavia, se cercate qualcosa di performante o anche solo un minimo decente per la funzione di lettura notifiche, allora questo Lemfo Lem1 non fa per voi. Il tutto, ovviamente, a meno che non siate dotati di una buona dose di pazienza e nervi saldi. In caso di acquisto vi serviranno!

L’Hardware non è di certo da primo della classe, ma, probabilmente, qualcosa in più si poteva fare. Quel qualcosa in più sarebbe dovuto arrivare dal software, ben personalizzato dal punto di vista grafico e delle notifiche, ma decisamente troppo pesante per un dispositivo come il LEMFO LEM1.

Con qualche fix da questo punto di vista lo smartwatch darebbe un gran bel filo da torcere alla concorrenza.

Il Lemfo Lem1 è disponibile all’acquisto su Banggood al prezzo di circa 70 euro.

Continuate a seguirci per non perdere le prossime recensioni, sui social e sul nostro nuovo canale Telegram.

Seguiteci su Facebook, Twitter, Google+ e YouTube.

No more articles