facebook

Il No.1 G4 è un prodotto uscito sul mercato ormai da qualche mese e che ricalca in pieno quella che è l’attuale tendenza del settore degli smartwatch cinesi: display circolari full round, specifiche modeste e prezzo molto concorrenziale. Scopriamo se questo mix sarà ben riuscito sullo smartwatch protagonista di questa prova!

No.1 G4

No.1 G4: le specifiche dello smartwatch

  • Processore MediaTek MTK2502;
  • 64 MB di RAM;
  • 128 MB di memoria interna, espandibile tramite Micro SD fino a 16 GB;
  • display IPS da 1.2 pollici circolare e con risoluzione 240 x 240 pixel;
  • dimensioni di 47 x 43 x 14 millimetri;
  • slot SIM;
  • batteria da 350 mAh;
  • compatibilità con iOS e Android.

[accordion title=”Clicca per le specifiche complete del No.1 G4″ id=”id-here”]

Lancio

  • AnnunciatoData di annuncio
    30 marzo 2016
  • StatoStato attuale sul mercato
    Disponibile

Design

  • DimensioniDimensioni del dispositivo
    51 x 43 x 13 mm
  • PesoPeso del dispositivo
    57 grammi
  • Materiali costruttiviMateriali costruttivi del dispositivo
    Acciaio inossidabile
  • AltroAltro riguardo il design del dispositivo
    --

Display

  • TipoTipo di display
    IPS circolare
  • DiagonaleDiagonale display
    1,3 pollici
  • RisoluzioneRisoluzione display
    240 x 240 pixel
  • MultitouchMultitouch
  • ProtezioneProtezione del display
    --

Hardware

  • ChipsetChipset del dispositivo
    Mediatek MT6261
  • CPUCPU
    --
  • GPUGPU
    --
  • RAMRAM
    32GB

Connettività

  • Wi-FiConnettività Wi-Fi
    --
  • 3GNetwork 3G
    No - GSM850/900/1800/1900MHz
  • BluetoothConnettività Bluetooth
    Si, v 4.0

Memoria

  • StorageStorage
    128MB
  • Slot SDPresenza slot SD

OS

  • Sistema OperativoSistema Operativo
    Proprietario
  • RomRom
    --

Fotocamera

  • FotocameraFotocamera
    Non presente

Audio

  • SpeakerSpeaker
  • MicrofonoMicrofono
  • Formati audioFormati audio supportati
    MP3

Batteria

  • BatteriaBatteria
    350mAh (?)

Altro

  • SensoriSensori presenti sul dispositivo
    Pedometro, termometro, frequenza cardiaca
  • AltroAltro riguardo il design del dispositivo
    --
[/accordion]

Come anticipato in premessa, il G4 ricalca le specifiche di molti altri smartwatch cinesi low-cost ed infatti anche su questo dispositivo troviamo uno dei processori di Mediatek dedicato ai wearable, ovvero l’MT2502, affiancato da 64MB di RAM128MB di memoria interna, ovvero un quantitativo decisamente risicato, anche se tutto sommato sufficiente a far girare bene l’OS installato. Per fortuna la memoria interna è espandibile tramite micro SD fino a 16GB.

Nessuna novità neanche dal display, un’unità IPS circolare da 1,2 pollici priva del classico taglio nella parte bassa (quindi full circle) e con risoluzione 240 x 240 pixel.

No.1 G4

No.1 G4: box di vendita

Questo slideshow richiede JavaScript.

Classico Packaging dei prodotti No.1. Scatolina di colore bianco, con impresso il logo e, lateralmente, le specifiche del dispositivo. Classico anche il contenuto, riepilogato a seguire:

  • No.1 G4;
  • caricatore magnetico;
  • breve manuale in lingua inglese e cinese.

[header text=”DESIGN” subtext=”Ok se vi piacciono i cloni | Voto 6″]

Questo slideshow richiede JavaScript.

No.1 è un’azienda che negli anni si è fatta notare principalmente grazie ai suoi prodotti che imitavano il design di quelli commercializzati da Brand più noti. Non fa eccezione il G4, molto simile ad uno smartwatch di Samsung, soprattutto per la cassa di forma circolare e delle linee molto sportive.

C’è poco da dire, quindi, sul design, poco originale, ma, come già sottolineato per il G3, ben riuscito nell’intendo di “copiare”.

[header text=”COSTRUZIONE” subtext=”Buona ma non eccelsa | Voto 6″]

Questo slideshow richiede JavaScript.

La cassa è realizzata in materiale metallico, mentre la parte posteriore (quella che aderisce al polso) in plastica. La qualità dei materiali utilizzati è comunque nella media e nell’utilizzo quotidiano si percepisce un certo senso di economicità generale, anche (e, forse, soprattutto) nella parte metallica.

Per quanto riguarda, invece, il cinturino, il dispositivo è stato reso disponibile in due varianti, con “fascia” in metallo (quello protagonista di questa prova) e in pelle. Anche il metallo utilizzato per il cinturino appare piuttosto cheap e “leggero”.

Come anticipato, il retro è realizzato in plastica, con una parte removibile per permettere l’estrazione della batteria e l’inserimento di SIM e micro SD. Posteriormente sono alloggiati anche lo speaker e il sensore per il rilevamento dei battiti cardiaci, oltre, ovviamente, ai PIN utili all’aggancio del caricatore magnetico per la ricarica della batteria.

Buono, in generale, il display da 1,2 pollici con risoluzione 240 x 240 pixel, così come è buono il touch, che però di tanto in tanto ha mostrato delle incertezze.

Piuttosto oleofobico il vetro a protezione del display, per il quale, come già avvenuto in precedenti occasioni, l’azienda non ha specificato il materiale utilizzato.

La visibilità quando esposto alla luce solare diretta è buona e non si rilevano problemi particolari negli angoli di visuale. In generale, il pannello è forse uno degli aspetti meglio riusciti del dispositivo.

[header text=”USABILITA’” subtext=”Da ottimizzare | Voto 6,5″]

Questo slideshow richiede JavaScript.

Anche sul No.1 G4 troviamo un OS proprietario che, come già rilevato in altre occasioni, pur mostrando dei limiti rappresenta una buona soluzione per sopperire alla mancanza di Android Wear.

E’ ovviamente possibile modificare le watch faces (4 disponibili) ed è presente il classico menu ad icone (griglia 2 x 2) che permette una buona navigazione tra i contenuti e le funzionalità. Ciò che anche in questo caso è risultato “non usabile” è tutta quella parte di interfaccia che si basa sulle ridottissime tastiere sulle quali anche un bambino (con delle dita molto piccole) potrebbe far fatica a selezionare le lettere/i numeri.

Solito problema anche per quanto riguarda il rilevamento dei dati legati al fitness, soprattutto relativamente al pedometro, decisamente sballato nel conteggio. Buona, invece, la misurazione dei battiti cardiaci, anche se è un po’ scomoda la necessità di esercitare una pressione continua sul display durante la misurazione stessa.

Migliore rispetto ai predecessori è invece la visualizzazione delle notifiche (dalle varie app), decisamente più puntuale e soprattutto usabile, anche se permane l’impossibilità di rispondere direttamente dallo smartwatch. Possibilità che, invece, ritroviamo nel caso degli SMS, anche se la stessa è parzialmente “ostacolata” dalla già citata dimensione ridottissima della tastiera.

Confermato il Plus della presenza di uno slot per micro SIM e, quindi, della possibilità di eseguire delle chiamate vocali anche in modalità “stand-alone” (permane la possibilità di sfruttare il bluetooth ed eseguirle con lo smartphone), ovvero direttamente dallo smartwatch. Ottimo lo speaker, sicuramente superiore a quanto invece rilevato con il precedente G3. In generale, infatti, la voce dell’interlocutore è ben udibile anche in presenza di rumori ambientali.

Ovviamente sarà possibile visualizzare la propria rubrica, quindi i contatti e il registro delle chiamate.

Molto buono anche il comfort di utilizzo. Con il No.1 G4, infatti, non si rilevano problemi e/o fastidi di alcun genere nell’indossarlo.

[header text=”BATTERIA” subtext=”Appena sufficiente | Voto 5″]

Questo slideshow richiede JavaScript.

Luci ed ombre sulla batteria da 350mAh in dotazione al NO.1 G4, un’unità che ha evidenziato dei risultati molto altalenanti, ovvero decisamente influenzati dal tipo di utilizzo dello smartwatch. In tal senso è sicuramente il numero di notifiche ricevute che influisce maggiormente sull’autonomia e si passa da una giornata intera di utilizzo ridotto (e con poche notifiche) a poco più di mezza giornata in caso di uso intenso (e, quindi, tante notifiche).

La ricarica non è particolarmente veloce ed infatti impiega da 0 a 100 circa 1 ora e mezza. Tuttavia, sul G4 il problema maggiore non è quello relativo ai tempi di ricarica, quanto più quello legato al tipo di connettore in dotazione, un cavo magnetico a dir poco “difficile” da agganciare in modo stabile, ovvero la stessa problematica già rilevata sul No.1 G3.

[header text=”PREZZO” subtext=”Ottimo rapporto con quanto offre | Voto 10″]

No.1 G4

Al pari di quanto sottolineato per il No.1 G3, anche per questo G4 il prezzo è forse l’aspetto “meglio riuscito”, forse anche di più del precedente dispositivo. Infatti, il N.1 G4 è disponibile a circa 38 euro su Gearbest.com.

Anche in questo caso, è il prezzo a far raggiungere al prodotto una sufficienza piena.

Grazie al prezzo piuttosto ridotto, nonostante i bug rilevati il No.1 G4 riesce a strappare comunque una sufficienza piena.

AGGIORNAMENTO: Gearbest ci ha inviato 2 coupon per l’acquisto del No.1 G4 al prezzo scontato di circa 31 euro per la versione con cinturino in pelle e circa 33 per quella con cinturino metallico. A seguire i coupon:

Variante cinturino in pelle – Codice sconto NG4GB da usare qui: http://bit.ly/2bOh6x9
Variante cinturino metallico – Codice sconto G4GB da usare qui: http://bit.ly/2buNTtX

Continuate a seguirci per non perdere le prossime news, sui social, sul nostro canale Telegram e sul nostro nuovo canale dedicato alle offerte.

Seguici su Facebook, Twitter, Google+ e YouTube.

No more articles