facebook

Nonostante possa sembrare un avvertimento un po’ paranoico, a quanto pare bisognerà stare molto attenti all’utilizzo dei nostri smartwatch, in quanto potrebbero svelare ai malintenzionati le password o i codici di bancomat e carte di credito. A dare l’allarme i ricercatori della Binghamton University e del Stevens Institute of Technology. Scopriamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Il team di ricerca, composto da esperti provenienti dai due blasonati istituti, è riuscito a mettere a punto un sistema attraverso il quale è possibile risalire ai codici d’accesso di conti bancari, cassette di sicurezza e affini. Il meccanismo sfrutta proprio tutti i sensori di cui le varie case produttrici di wearable vanno fiere, vale a dire accelerometro, giroscopio e magnetometro, che, in pratica, registrano i movimenti che compie la nostra mano mentre digitiamo sul tastierino il nostro prezioso codice.

Infatti, grazie ad un algoritmo referenziale è possibile tracciare la distanza tra un tocco e l’altro, oltre alla direzione. Inoltre, basta connettersi ai sensori tramite un malware o servirsi di uno sniffer wireless per intercettare i dati che vengono trasferiti dal wearable al nostro smartphone per risalire ai movimenti e, quindi, di conseguenza alla password.

Smartwatch e fitness tracker possono rivelare le vostre password

No.1 G3 Smartwatch

I ricercatori hanno effettuato in 11 mesi più di 5.000 test ottenendo dei risultati davvero interessanti, il team è stato in grado di riconoscere la password al primo tentativo con una precisione dell’80% e del 90% dopo tre tentativi.

Dunque, la scoperta dei ricercatori vuole mettere in guardia non solo gli utenti, ma soprattutto le case produttrici, in quanto malintenzionati con conoscenze informatiche potrebbero intraprendere questa strada per derubare i sempre più numerosi possessori di smartwatch e fitness tracker.

Il suggerimento è quello di migliorare la crittografia e nascondere i dati inserendo del “rumore” che vada a rendere meno semplice l’intercettazione dei dati durante il trasferimento dal wearable al cellulare.

In attesa che le aziende prendano provvedimenti al riguardo, non possiamo fare altro che consigliarvi di sfilare dal polso il vostro fitness tracker o lo smartwatch durante la digitazione del codice PIN.

Continuate a seguirci per non perdere le prossime news, sui social e sul nostro nuovo canale Telegram.

Seguici su Facebook, Twitter, Google+ e YouTube.

VIA

No more articles