facebook

Xiaomi ha appena presentato un nuovo orologio – che si chiama I8 – ma non correte subito a conclusioni affrettate. Si tratta di un orologio che di smart ha solo il nome del brand che lo ufficializza. Nessuna feature spettacolare, contapassi, GPS o altre caratteristiche del genere. Xiaomi punta solo ed esclusivamente su stile e qualità per il suo ultimo accessorio.

Xiaomi presenta un orologio, che di smart non ha proprio nulla

xiaomi orologio al quarzo

Il gigante cinese ha lanciato in passato una gran quantità di accessori tech indossabili di ogni genere. Ovviamente, non sono mancati smartwatch ed activity tracker dalle interessanti feature con un prezzo decisamente contenuto. Questa volta però l’azienda ha deciso di concentrarsi solo sullo stile, proponendo un orologio al quarzo decisamente elegante. La cassa circolare – da 41 o 36 millimetri – è spessa 6,2 millimetri ed è disponibile con fondo bianco o nero. Sopra un vetro di protezione per evitare urti e graffi. I cinturini invece – oro, argento o nero – sono realizzati in maglia milanese particolarmente resistente.

Fai clic qui per vedere lo slideshow.

LEGGI ANCHE: Xiaomi Redmi S2: ecco il primo hands-on del nuovo entry level

Il funzionamento si basa su un ingranaggio al quarzo Citizen Citroën da 2,28 millimetri. L’orologio è subacqueo fino a 50 metri, ma non ha altre particolari feature. Nemmeno la batteria è ricaricabile. Al suo interno ne troverete una di quelle presente praticamente in tutti gli orologi, che garantisce autonomia fino a 5 anni. Il prezzo in Cina dell’orologio di Xiaomi è di circa 62$ al cambio.


Non perdere alcuna notizia, offerta o recensione pubblicata sul nostro sito!
Seguici sui social per rimanere sempre aggiornato in tempo reale grazie ai:

 Canale Offerte Canale NewsGruppo TelegramPagina Facebook, Canale YouTube e il Forum.


Discuti con noi dell’articolo e di Xiaomi nei gruppi TelegramFacebook  dedicati!

Questo articolo Xiaomi lancia I8: un orologio, un semplicissimo orologio al quarzo è stato pubblicato in origine su GizChina.it.

No more articles