facebook

Associare Xiaomi soltanto agli smartphone è profondamente sbagliato. L’azienda ha costruito il proprio impero anche sulla produzione di prodotti delle tipologie più svariate. Basti pensare al settore wearable, nel quale Xiaomi è attualmente la leader in fatto di vendite. Secondo un report stilato dal noto IDC, la società con il maggior market share è proprio il colosso cinese, con una percentuale del 14.7%. Segue subito dopo la più nota Apple, con il 14.6%, e subito dopo FitBit, in calo sostanzioso al 12.3%.

Xiaomi supera FitBit e diventa l’azienda che vende più wearable al mondo

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il successo riscosso da Xiaomi nel settore wearable è indubbiamente da attribuire alla Mi Band 2, le cui vendite sono state effettuate al 96% in Cina. Stiamo parlando di un prodotto che fa del rapporto qualità / prezzo il suo cavallo di battaglia. Viceversa, Apple con il suo ben più caro Apple Watch ha venduto praticamente lo stesso quantitativo, ovvero 3.6 milioni di unità. Tuttavia, è giusto specificare come Apple venda in molti più paesi rispetto a Xiaomi, così come è giusto specificare che Apple rispetto al 2016 è in crescita del 64.1%, a differenza della decrescita del -3.3% della “rivale” cinese. Va ancora peggio a FitBit, che nel 2016 primeggiava nella classifica con il 23.2%, calato del -37.7%. Chiudono la top 5 Samsung, con il 5.5%, e Garmin, con il 4.6%. Tutti gli altri brand chiudono la classifica con un 48.2%.

VIA: MyDrivers

No more articles